Sadomasochismo sull’altare: arrestato sacerdote americano

PREMI IL TASTO PLAY PER ASCOLTARE L’ARTICOLO

Era intento ad essere “dominato” da due attrici di film per adulti, nudo e adagiato sull’altare della propria chiesa, dedicata ai Santi Pietro e Paolo: il reverendo Travis Clark è stato arrestato e con lui le due dominatrici ed ora rischiano una pena fino a tre anni per atti osceni.

Sembra che un passante, incuriosito dalle luci della chiesa ancora accese fuori orario di celebrazione della santa messa, si sia avvicinato a sbirciare da una delle finestre ed abbia visto due donne vestite con tacchi alti e corsetti in pelle che facevano sesso con il parroco sull’altare.

L’altare era stato riempito di sex toys, giocattoli sessuali, e il sacerdote aveva anche posizionato un cavalletto con su installato un telefono per registrare il tutto, mentre le due donne si accingevano a “trattarlo da schiavo” in quello che è chiamato un gioco di ruolo di dominazione/sottomissione, molto conosciuto e apprezzato dagli amanti del genere con l’abbreviazione D/s e per il quale il cliente, in questo caso il reverendo, ha pagato le due professioniste del settore per ricevere le sue giuste punizioni.

Punizioni che sono arrivate sotto molteplici aspetti, perché oltre alle frustate poi è arrivata anche la polizia a dare man forte all’evento, arrestando tutti e tre e traducendoli nel più vicino penitenziario.

Il prete è stato rilasciato sotto cauzione per 25 mila dollari e le sue registrazioni video dell’evento sono sequestrate. Trasversalmente, Gregory Aymond, l’arcivescovo dell’arcidiocesi di New Orleans, lo ha sospeso dal suo incarico e giunto sul luogo della “contaminazione”, ha eseguito un rituale per ripristinare la sacralità dell’altare.

Condividi